Sei in Home / La Fondazione / Notizie ed Eventi / Cinture allacciate e telefono in tasca: il caso Roma

Cinture allacciate e telefono in tasca: il caso Roma

Categoria: Primo piano

15.11.2017

Automobile Club Roma e Direzione Compartimentale Area Centro Sud ACI
hanno presentato oggi l’indagine realizzata dalla Fondazione Filippo Caracciolo- Centro Studi ACI "Cinture allacciate e telefono in tasca:il caso Roma".

Cinture, seggiolini e smartphone: a Roma è ancora emergenza.

Il 22% dei romani guida senza cintura.
L'80% dei passeggeri posteriori non è allacciato.
Un bambino su due viaggia senza seggiolino.

Questi alcuni dati emersi dall'indagine presentata questa mattina presso il Grand Hotel Palace.

Hanno partecipato alla conferenza stampa Michele Civita, Assessore alle Politiche del territorio e Mobilità della Regione Lazio, e Pasquale Cialdini, Presidente della Consulta cittadina sicurezza stradale, mobilità dolce e sostenibilità di Roma Capitale.

“I comportamenti alla guida devono essere responsabili – dichiara Giuseppina Fusco, Presidente dell’Automobile Club di Roma e Presidente della Fondazione Caracciolo - per affermare il diritto alla vita di ogni utente della strada. Il rapporto evidenzia molte criticità e chiama tutti noi, Istituzioni, forze sociali e associazioni, a un impegno sempre più attivo sul piano culturale attraverso iniziative concrete che aiutino la prevenzione e la formazione. L’Automobile Club Roma sta già intensificando il programma di corsi di educazione stradale nelle scuole della Capitale. Lo studio che presentiamo oggi rientra inoltre in una campagna di monitoraggio sulla mobilità, che amplierà il suo raggio di azione verso altre categorie di utenti della strada”.

Leggi il rapporto d'indagine completo.