Sei in Home / La Fondazione / Notizie ed Eventi / Tutte le strade portano a scuola?

Tutte le strade portano a scuola?

Categoria: Primo piano

10.03.2017

Infrastrutture sicure e accessibili

Attivare sinergie tra tutti gli attori coinvolti, sensibilizzare gli utenti della strada sui corretti comportamenti da tenere quando si è in strada e definire linee guida per la progettazione di itinerari pedonali sicuri e accessibili a tutti. Sono queste le proposte che emergono dallo studio "Tutte le strade portano a scuola? - Infrastrutture sicure e accessibili".

Lo studio sulla accessibilità e sulla sicurezza degli itinerari pedonali urbani in prossimità degli istituti scolastici, promosso dall’Automobile Club d'Italia, in collaborazione con l’AC Roma e la Fondazione Filippo Caracciolo, è stato presentato questa mattina a Roma, alla presenza dell'Assessore alla Città in movimento, Roma Capitale, Linda Meleo, della Presidente del Primo Municipio, Sabina Alfonsi, di Irene De Angelis Curtis, Dirigente scolastica dell’IIS Leonardo da Vinci, e di Emiliano Malagoli, Presidente Di.Di. Diversamente Disabili.

“Nelle nostre città sono sempre troppi i pedoni che rimangono coinvolti in incidenti stradali – ha sottolineato il Presidente dell’Automobile Club d’Italia, Angelo Sticchi Damiani – occorre intervenire con soluzioni progettuali sicure, accessibili, innovative e adeguate alle esigenze di tutti, anche delle persone con disabilità temporanee o permanenti. È questa una delle tante campagne che ACI intende portare avanti per migliorare la mobilità e la qualità della vita delle nostre città”.

“L’AC Roma è da sempre attento all’educazione stradale dei giovani. Questa volta abbiamo voluto misurare sicurezza e accessibilità dell’ultimo miglio dei percorsi pedonali verso due istituti romani, con l’obiettivo di fornire all’Amministrazione comunale strumenti e soluzioni efficaci”, ha evidenziato la Presidente dell’AC Roma e della Fondazione Filippo Caracciolo Giuseppina Fusco.

Gli itinerari analizzati hanno raggiunto – secondo lo studio ACI/Fondazione Caracciolo – un giudizio sostanzialmente positivo. L’analisi, tuttavia, evidenzia la necessità di migliorare la qualità dei materiali utilizzati, effettuare l’ordinaria manutenzione e verificare la corretta organizzazione e gestione degli spazi pubblici, per garantire a tutti una adeguata qualità della vivibilità, della sicurezza e dell’accessibilità delle nostre città.

Leggi lo studio

Leggi l'Appendice tecnica 1

Leggi l'Appendice tecnica 2